• 0 commenti

Perché le teorie dei debunkers sull’11 settembre non reggono

Secondo i debunkers come Paolo Attivissimo, i controllori del traffico aereo, addetti alla sorveglianza, e quindi all’individuazione dei velivoli dirottati, non avevano gli strumenti necessari alla localizzazione degli aerei che si sarebbero poi schiantati quel fatidico 11 settembre di 13 anni fa.
Il motivo che secondo Attivissimo ed altri debunkers regge questa tesi, sta nel fatto che quel giorno i terroristi che hanno preso possesso dei velivoli, abbiano appositamente disattivato un dispositivo, componente degli stessi aerei, chiamato transponder, addetto (dicono) all’individuazione sui radar del relativo aereo; per cui, una volta spento tale transponder, gli aerei sarebbero immediatamente scomparsi dai radar.
Per la verità non è così: le informazioni segnalate sui radar dai transponder sono relative alla quota dei velivoli, ed una volta spenti i transponder dai dirottatori, resta comunque sempre visibile il segnale primario che geo-localizza i velivoli. Effettivamente immagini relative alle operazione di controllo da terra dello spazio aereo confermano e dimostrano come sia stato immediatamente segnalato il dirottamento dello United 11, appena 2 secondi dopo la disattivazione del rispettivo transponder. Inoltre, per quel che riguarda gli altri aerei, sullo United 175 non è mai stato disattivato il transponder, bensì lo stesso ha solo cambiato codice, ed il controllore di volo che si è subito accorto dell’inusuale variazione, con repentino cambiamento di rotta, non ha esitato (come lo stesso racconta) a cercare di contattare il pilota, che ovviamente non ha mai risposto, ma l’aereo era sicuramente visibile ai radar, ed in questo caso indicava esattamente la quota alla quale viaggiava, poiché il transponder (probabilmente per errore) non era stato disattivato. L’American 77 peraltro è stato seguito in tempo reale sui radar per almeno mezz’ora dal dirottamento, così come anche il volo United 93 non era mai stato perso di vista dai controllori in seguito al dirottamento; inoltre per quel che riguarda quest’ultimo volo, il transponder che era inizialmente stato disattivato, aveva successivamente ripreso a funzionare, indicando anch’esso la quota del velivolo, quindi l’esatto punto in cui si trovava.
A questo punto la domanda è: perché nessuno dei quattro aerei dirottati non è mai stato molestato da un solo caccia?

perche le teorie dei debunkers sull11 settembre non reggono Perché le teorie dei debunkers sull11 settembre non reggono

Gaetano Bellissima

Di Gaetano

Lascia il tuo commento